Il Blog del Residence
Eventi e Attività del Residence e non solo...

Nostalgia degli anni ’90

La moda è ciclica, come la storia, e negli ultimi tempi  sono i gloriosi anni ’90 a ritornare… e con un pizzico di  nostalgia… non che negli anni ’90 ci si vestisse particolarmente bene, anzi, oserei dire il contrario, ma solo l’idea di indossare jeans a vita alta e aderenti fuseaux con stampe floreali ti catapulta immediatamente indietro di venti – trenta anni nelle notti magiche di Italia 90, a sognare Dylan di “Beverly Hills 90210” preoccupati di non far morire il nostro Tamagotchi, ascoltando le Spice Girls, ballando la Disco Music con ai piedi i Doctor Marten’s e sotto la gonna le longette che arrivavano al ginocchio, con i nostri zaini Invicta e il bomber nero con gli interni arancioni, gelosi della nostra Smemo che riempivamo con qualsiasi ritaglio e appunto per fare a gara a chi l’aveva più “gonfia”. Cantavamo davanti alla TV con le ragazze di “Non è la Rai”  e non ci perdevamo una puntata dei cartoni animati giapponesi di Bim Bum Bam, qualsiasi essi fossero, rigorosamente su Italia1, quando lo smartphone non era nemmeno nei nostri sogni (o incubi!) così come Facebook e qualsiasi altro social, perché l’unica cosa social era uscire di casa e fare un giro con gli amici, telefonarsi dal telefono fisso di casa, darsi appuntamento in un luogo e trascorrere la giornata all’aria aperta. Unica eccezione: la domenica pomeriggio, quando ci si chiudeva nelle discoteche per ballare. La Disco music, appunto, intesa come “musica da ballare”, perché allora si andava in discoteca per ballare e non per scattarsi selfie sommersi dalla folla del locale che riempie solo perché fa tendenza. La dance commerciale degli anni ’90 ha lasciato il segno grazie a  a produttori e dj come Gigi D’agostino, a vocalist come Alexia, a Radio Deejey con Fargetta e Albertino, all’indimenticabile Festivalbar con Corona, Alexia, Ace of base, gli 883 e molti altri, quando i Talent erano una lontana chimera e i tormentoni estivi restavano nel cuore.

Quanta nostalgia di un  periodo che allora ci sembrava banale, privo di stimoli e novità , perché come oggi si guardava al passato, ai mitici anni ’70, alla rivoluzione degli anni ’80 e non ci si rendeva conto che quello sarebbe stato l’ultimo decennio di libertà, perché ora siamo schiavi del web e allora internet non c’era, l’ultimo decennio in cui davvero qualcosa poteva essere ancora inventato, oggi che tutto sembra essere stato scoperto e progettato, un decennio figlio di quello precedente e ricco ancora di rapporti personali, oggi che gli stessi sono solo relegati ai social media. Ed è proprio sui social che si celebrano gli anni ’90 attraverso pagine come Viva gli anni ’90, nostalgiche e cariche di ricordi, video, pezzi musicali. Le feste anni ’90 spopolano (tra queste vi segnalo mercoledì Festa Anni 90 con grigliata), il look anni ’90 sta tornando di moda, su Sky si celebra il decennio con un canale dedicato, le radio trasmettano i pezzi di allora… e noi ci chiediamo invece: “Cosa resterà di questi anni 2000?”

CONDIVIDI